I discount mettono all’asta l’agricoltura italiana

Descrizione

Facendo un rapido calcolo, è possibile preparare una pasta al pomodoro per quattro persone spendendo quanto un caffè al bar.

Ma come fa il gruppo veronese a proporre prezzi così stracciati?

Dietro le offerte al consumatore, c’è un meccanismo perverso che finisce per schiacciare intere filiere e che ha conseguenze sulle dinamiche di produzione e sui rapporti di lavoro nelle campagne: l’asta elettronica al doppio ribasso.

Questa pratica commerciale, che somiglia più al gioco d’azzardo che a una transazione tra aziende, è sempre più diffusa nel settore della Grande distribuzione organizzata (Gdo), soprattutto tra i gruppi discount. Fa leva sul grande potere che hanno acquisito negli ultimi anni le insegne dei supermercati, diventate il principale canale degli acquisti alimentari, e sulla frammentazione e lo scarso potere contrattuale degli altri attori della filiera.

Qui l’articolo originale su Internazionale.

Informazioni aggiuntive

Anno di pubblicazione

2018

Autori

,

Editore

Internazionale

Approfondimento

Luogo di pubblicazione

Roma

Formati conosciuti

,